Giovedì, 11 Dicembre 2008 09:06

Su "Il Mattino", una canzone tormentone...

Una canzone-tormentone «Canto malinconico», diventata lo slogan di radio Kiss Kiss ed un libro di poesie «... Kafka che era in me ne moriva». Il 2008 per Gianni Mauro, cabarettista, compositore, scrittore si chiude alla grande e preannuncia un 2009 ancora più scoppiettante. Preferisce mantenere ancora il top secret, ma si lascia scappare che, proprio grazie a questa canzone scritta secondo i classici della vecchia macchietta e consacrata al successo da Vittorio Marsiglia, ha conquistato Renzo Arbore, che l’ha ascoltata recentemente al Festival della Pizza di Salerno.
Incrocia le dita Mauro, ma al momento è preso dal lancio pubblicitario del libro che si pone come una bella strenna natalizia. Pubblicato da Albatros Edizioni, con la bella prefazione di Lucia De Cristofaro, «...Kafka che era in me ne moriva...» è una raccolta di poesie omaggio ai miti di Mauro: Dino Campana, Charles Baudelaire, Guillaume Apollinaire, Valdimir Majakovskij, Sandro Penna, Eugenio Montale, Gregory Corso, Francis Picabia, Aldo Palazzeschi, Filippo Tommaso Marinetti, con una dedica ad Ugo Foscolo. «Sono un viandante dell’esistere - confida Mauro - E il passaggio dal pensieri non-definito alla scrittura è per me inevitabile».
 
Articolo de "Il Mattino" del 10-12-2008
 
Saluti a tutti
Lo staff
Letto 27428 volte Ultima modifica il Sabato, 21 Settembre 2013 14:41