Mercoledì, 29 Dicembre 2010 10:04

AUGURISSIMI!!

Scritto da  Gianni Mauro
Vota questo articolo
(0 Voti)

AUGURISSIMIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Amici ed Amiche Carissimi il mio CANTO MALINCONICO E "MENO DI NIENTE EMILIA"in realta’ sono due facce opposte ma uguali di un UNICO MESTESSO!!

E' strano, ma forse neppure tantissimo, che Il Grande successo, di cui sono grato a Renzo Arbore e Vittorio Marsiglia, della mia canzone Irriverente CANTO MALINCONICO, vada a coincidere con il successo del mio nuovo romanzo "Meno di niente Emilia", che tratta Temi forti, quali il Devastante Disagio dell'Esistere. Ma credo che tutto cio' non sia assolutamente CASUALE!

 

Io credo che ognuno di noi sia UNO ed il suo esatto ALTRO SE STESSO.Io ho sempre detto, parlando di Me, che io vivo la Disperazione Dell'Esistere e contemporaneamente La Dissacrazione di Essa Disperazione. Ma in fondo, parlando di me, io credo di essere portavoce di NOI TUTTI.

E' talmente terribile ed evidente , in ogni attimo della nostra vita , Il Dolore, La sofferenza, L'ingiustizia(Il Principe Necliudov, il protagonista di RESURREZIONE di TOLSTOJ nel romanzo ne visse fortemente il Tormento), la Disattenzione, la Superficialita'...che ci circonda, che, se non utilizzassimo PER SOPRAVVIVERE il Paradosso, L'Ironia, la Satira, la DISSACRAZIONE, non potremmo NON SOCCOMBERE ad un disagio cosi' Devastante.

PIRANDELLO nel saggio sull'UMORISMO definiva la labilita' del confine fra il TRAGICO ed il COMICO. Diceva:"Se vediamo un'anziana Signora tutta Imbellettata e vestita e profumata, come se fosse una" Giovinetta Diciottenne che si presenta con timida sfrontatezza agli Incontri della Vita per STUPIRE e STUPIRSENE",in noi scatta "L'Avvertimento del Contrario" ed Inevitabilmente L'ANZIANA SIGNORA ci muove ad UN RISO IRREFRENABILE e la indichiamo con nefanda Leggerezza, anche se con  "moto inevitabilmente spontaneo", per metterla ALLA BERLINA. Ma in quello stesso momento scatta in noi il "Sentimento del contrario" ed Avvertiamo la TERRIBILE TRAGEDIA di una Donna che non vuole accettare IL TEMPO CHE E'  PASSATO ed allora la nostra Risata diventa Maschera Grottesca".

Se MENO DI NIENTE EMILIA affronta un tema Forte come "il disagio dell'Esistere" e la mia Scrittura diventa a volte Cruda, a volte Toccante, a volte Irridente o iperbolicamente MALINCONICA e DOLOROSA, la "Demenziale canzone" CANTO MALINCONICO, diventa veloce MOMENTO LIBERATORIO, che ti permette di guardare e di respirare la Vita anche con La FINZIONE di UNA SUPERFICIALE LEGGEREZZA!

Vi auguro uno STREPITOSO 2011 e per gli anni a venire TUTTE LE COSE PIU' MERAVIGLIOSE E STRAORDINARIE che il Vostro DELICATO E SENSIBILE CUORE possa Desiderare!

VI VOGLIO BENE!

Gianni


 

 

 

Letto 61980 volte Ultima modifica il Sabato, 21 Settembre 2013 14:41